Massaggiare un neonato non serve a nulla!

Mamma sai che c’è una stretta correlazione tra la pelle e il cervello?
Pelle e cervello sono strettamente collegati e la pelle e il sistema nervoso mantengono profondi rapporti anche dopo la nascita.

Fin dalla nascita il contatto pelle a pelle rappresenta per ogni neonato una vera e propria fonte di nutrimento, così come il latte materno.
Massaggiare il proprio bambino significa imparare a leggerne i segnali e instaurare un dialogo che va al di là delle parole .

Il massaggio infantile è “prendersi cura”!

Così come altre tecniche (tipo il Babywearing) il massaggio favorisce il bonding, cioè quel processo di attaccamento fra genitori e bambino, facilita lo scambio di messaggi affettivi (sia verbali sia non verbali) e fa sentire il bambino sostenuto, amato e ascoltato.

Contemporaneamente, gli effetti benefici si riflettono anche sul benessere del genitore; il massaggio, infatti, aiutando i genitori a riconoscere i segnali inviati dal bambino, rafforza la loro capacità di sentirsi competenti.

Pelle e cervello…due gemelli che si separano prima della nascita e si cercano poi per tutta la vita…



Photo by Dragos Gontariu

Articolo creato 11

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.