Toxoplasmosi? Attenta al gatto!

Quando in gravidanza si parla di Toxoplasmosi c’è sempre confusione e si punta subito il dito contro i gatti, ma in realtà è davvero difficile che un gatto domestico (sempre vissuto in casa e non precedentemente randagio) possa contrarre la toxoplasmosi e trasmetterla all’uomo. A meno che, naturalmente, non vada in giardino ed entri in contatto con terreno contaminato.

Il problema, comunque, è limitato alle feci e dunque alla lettiera: per una precauzione in più, è consigliabile farla pulire ad altri membri della famiglia oppure indossare i guanti e lavare le mani con abbondante sapone.
Importante sapere che il rischio di contaminazione viene ridotto se la lettiera viene pulita ogni giorno.

Come evitare la Toxoplasmosi?

L’infezione può essere contratta solo se si ingerisce il parassita, che può essere presente nelle carni di animali infetti, nelle feci di gatto, nel terreno infetto e su frutta e verdura.

Ecco allora le precauzioni da adottare:
Se si vuole mangiare verdura cruda, è importante lavarla abbondantemente e con cura e asportare tutti i residui di terriccio.
Utile aggiungere nell’acqua di lavaggio un po’ di bicarbonato. Raccomandabile fare un risciacquo anche per l’insalata già lavata e confezionata

Nessun divieto per la verdura cotta, dal momento che la cottura è in grado di distruggere il germe.

Per quanto riguarda la frutta, quella che cresce sugli alberi non dà problema, mentre per i frutti a contatto con la terra, come le fragole, valgono le stesse precauzioni previste per la verdura cruda.

La carne deve essere consumata sempre cotta. Vietate le bistecche al sangue o il carpaccio e assaggiare carne cruda o semicruda mentre la si prepara per il pasto.
Dopo aver toccato la carne o verdure crude, è sempre buona regola lavare bene le mani con acqua e sapone.

Se proprio non riuscite e fare a meno dei salumi consumate solo quelli cotti, come la mortadella e il prosciutto cotto. “No invece a prosciutto crudo, salame, bresaola, wurstel e speck.

Per quanto riguarda il pesce crudo, ad esempio il sushi, in gravidanza è consigliabile evitarlo perché può contenere altri germi, come la salmonella.

Se hai dubbi o suggerimenti scrivimi pure nei commenti.

Articolo creato 11

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.